Blog

Balestrino: set cinematografico di Inkheart

Ci sono dei paesi detti "borghi fantasma" in italia, desolati ma con un'atmosfera magica. Tra questi c'è Balestrino, in Liguria, nella Val Varatella. Quando si arriva in questo paese sembra che il mondo si sia improvvisamente fermato, sembra di essere in un'altra epoca. Paese di leggende e misteri, si aggirano tantissime storie attorno alla località di Balestrino.

Luogo disabitato dal 1962, quando la popolazione fu costretta ad emigrare in altre zone a causa delle frane. Da lì in poi solo la natura ha abitato quelle strade, le piante crescono tra i sassi, tutto resta com'è: anche l'orologio della Chiesa si è fermato. Le case ci sono ma sono distrutte, barcollano ed è meglio non entrarci. Gli unici rumori che si sentono a Balestrino sono i passi degli animali, il vento che soffia, per il resto solo un assoluto silenzio.

Inkheart: La leggenda del cuore d'Inchiostro



Essendo un luogo così oscuro e magico, ha attirato l'attenzione del cinema. Balestrino infatti è diventato il set cinematografico del film di “Inkheart-La leggenda del cuore d’inchiostro”. Questo film parla di Mortimer Folchart, “Mo”, che è un rilegatore di libri. Una notte leggendo ad alta voce “Ink Heart”, un libro fantasy, succede una cosa strana: la moglie Resa scompare. L'uomo non si da pace, dopo questo accaduto non ha più letto nulla ad alta voce, perchè cosciente di essere un “Lingua di Fata”: può trasportare sulla terra i personaggi dei libri che legge. Più che trasportarli, li sostituisce con persone che abitano nella Terra, così è successo alla moglie Resa. In tutto questo però la figlia Meggie, curiosa e giovane si intromette, vuole sapere cosa sta succedendo. Da qui in poi, ci saranno tante avventure che riguarderanno personaggi veri e fantastici.

Tutto questo ha vita nel meraviglioso paese di Balestrino, che riesce a dare un'atmosfera cupa e fantasy a tutta la storia. Inquadrature straordinarie tra la natura: il castello e le rovine saranno elementi fondamentali per la riuscita del film molto avventuroso e pieno di colpi di scena.


Balestrino: un paese che rinasce?



Nonostante il suo fascino indiscutibile, Balestrino resta pur sempre un paese disabitato, e questo crea un po' di malinconia per gli abitanti del posto. Infatti si sta lavorando per il recupero del borgo, rifacendo tutti i servizi. Nel 2004 infatti si è firmato per far rinascere Balestrino, con un programma operativo per urbanizzare il posto. Una rinascita che costa parecchio ma che la Regione ha molto a cuore ma il borgo di Balestrino è troppo bello per lasciarlo così incompleto. Per la progettazione del borgo, l'amministrazione di Balestrino ha coinvolto anche gli studenti di architettura della Scuola Politecnica di Genova che hanno elaborato diverse idee.

Il sindaco ha detto: “Gli studenti hanno avuto la possibilità, attraverso appositi permessi, di poter entrare nel borgo effettuando una serie di sopralluoghi preliminari al progetto. Hanno incontrato varie figure professionali, che nel corso di questi anni si sono cimentate in varie iniziative simili. Con grande cortesia l’architetto Enrico Zunino, estensore del piano di recupero, ha messo a disposizione gli elaborati da lui redatti”.

Ci sono tanti paesi come Balestrino in Italia ed è un bene che possano rivivere, senza però perdere quella bellezza che li contraddistingue.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.